FRANCO CRACOLICI - MEDICO AGOPUNTORE

Direttore della Scuola di Agopuntura Tradizionale Cinese della Città di Firenze. E' docente di Medicina Tradizionale Cinese presso l’Univesita’ di Medicina di Siena,  l’Universita’ Giuseppe Marconi di Roma e  l’Universita’ di Medicina di Firenze, insegna presso l'università di Pavie e docente in varie scuole private del territorio nazionale. Dal 1992 ad oggi è Direttore e  docente di medicina tradizionale cinese e Agopuntura c/o Scuola di Agopuntura di Firenze e dal 1991 esercita attivita’ ambulatoriale continuativa presso lo studio di via Crispi 14, Firenze. Insegna oncologia integrata all'Università Marconi, Tutor di Agopuntura presso l'Ospedale di Medicina Integrata di Pitigliano. Vicepresidente FISA (Federazione Italiana Società Agopuntura) e delegato della stessa ai rapporti FNOMCEO (Fed. Nazionale Ordine dei Medici) è Membro Esecutivo WFAS (World Federation of Acupuncture Societies). Responsabile Toscana SIPNEI (Societa’ Italiana psico-neuro-endocrino-immunologia). Responsabile Tavolo Agopuntura ARTOI (Associazione Ricerca Terapie Oncologiche Integrate): condiviso con Giuseppe Lupi. Presidente FISTQ (Federazione Italiana Scuole Tuina e Qigong), Membro Esecutivo Nazionale SIPNEI

  Scarica il Curriculum  - Visualizza il profilo di Franco Cracolici


Fonte AMAB - Vai al link originale amabonline

Sabato 3 marzo 2012 si è svolto a Firenze  il primo Convegno Nazionale dal titolo "Il contributo dell'Agopuntura e della Medicina Cinese nel trattamento dell'infertilità e come supporto delle tecniche di procreazione medicalmente assistita".

Questo primo appuntamento è stato organizzato dalla Scuola di Agopuntura Tradizionale di Firenze diretta dal dott. Franco Cracolici e dall'AMAB-Scuola Italo Cinese di Agopuntura di Bologna diretta dal dott. Carlo Maria Giovanardi e lo scopo di quest'importante giornata è stato quello di evidenziare come l'agopuntura e la medicina tradizionale cinese possano essere un valido contributo al trattamento dell'infertilità sia maschile che femminile anche nei pazienti che si sottopongono a tecniche di procreazione medicalmente assistita. L'evento ha riscosso un ottimo risultato in termini di partecipazione e di adesioni, erano infatti presenti i rappresentanti di numerosi Centri per la Fertilità e oltre 100 operatori del settore tra ginecologi ed agopuntori che lavorano in molti servizi pubblici e privati del nostro Paese. È stata l'occasione per riunire esperti di medicine orientali e occidentali che da anni si dedicano a queste problematiche per poter confrontare le esperienze e dare il via ad un confronto ed una crescita reciproca che prosegua nel tempo e che consenta la miglior gestione possibile di un problema che coinvolge numerosi ambiti sociali e assistenziali.